Novena di Natale Corxiii – Ottavo giorno

"So dove vado, sono pronto al tuffo in Dio.” (Servo di Dio Carlo Grisolia)
Novena di Natale

Dal Vangelo di Luca (1,45)

«E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto»

“So dove vado, sono pronto al tuffo in Dio.” (Servo di Dio Carlo Grisolia)

Beata te, che hai creduto. Si tratta della prima beatitudine del Vangelo, ed è rivolta a Maria. Nel saluto di Elisabetta, in questa amicizia fondata sulla fede e sul riconoscere le benedizioni di vita di Dio, si nasconde il nocciolo della nostra fede.

Beata te, che hai creduto in quello che Dio ti ha detto. Beato te, che sei pronto a tuffarti in Dio, anche se non capisci del tutto quello che ti sta accadendo. Il giovane Carlo Grisolia, nella sua malattia, sapeva che Dio poteva dare senso alla sua sofferenza e al suo futuro. Sapeva che Dio, quel Dio che si era fatto uomo per lui, stava condividendo quella croce e lo chiamava a tuffarsi nelle sue braccia.


Mi chiedo: 
Come sto vivendo la mia fede di fronte alle situazioni di difficoltà e di buio che la vita mi mette di fronte?

Un impegno concreto: Pensa a una situazione difficile che stai vivendo o che hai di fronte, una situazione che ti fa paura o che ti preoccupa particolarmente. Scrivila su un bigliettino e mettilo sotto o vicino la mangiatoia del tuo presepe, così da poterla affidare a Gesù Bambino la notte di Natale. Tuffati in Dio che nasce per te!

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook!

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Corxiii

Giovani cattolici che amano la famiglia, la vita e la fede. Condividiamo ogni giorni, qui e sui nostri canali social, piccole testimonianze e spunti incardinati nella fede, nella speranza e nell’amore (1 Corinzi 13)

Ultimi post

Visita il nostro store online!

Seguici su Facebook

Direttamente da Instagram

0