BNTB
Non c'è tempo da perdere!
di Don Filippo Gorghetto Nonostante gli annunci che Gesù aveva fatto, nessuno si aspettava che la fine della sua vita fosse quella che tutti avevano visto. Niente, nulla, poteva far pensare che Lui, in quella tomba, non ce l'avrebbe più trovato nessuno. L'angelo che accoglie le donne al sepolcro non gli fa fare neppure la […]

di Don Filippo Gorghetto

Nonostante gli annunci che Gesù aveva fatto, nessuno si aspettava che la fine della sua vita fosse quella che tutti avevano visto. Niente, nulla, poteva far pensare che Lui, in quella tomba, non ce l'avrebbe più trovato nessuno.

L'angelo che accoglie le donne al sepolcro non gli fa fare neppure la fatica di ricordargli come si sentivano.
So che cercate il crocifisso, gli dice.
So che nel vostro cuore non c'è un filo di speranza; so che pensate che la luce che Lui, il Signore, aveva acceso, si è tristemente spenta; so che la vita che Lui aveva rivoluzionato, è tornata quella di prima; so che l'unica prospettiva della vostra vita sarà quella di giocare al ribasso, di arrendersi di fronte a qualsiasi difficoltà. Proprio come vi sembra abbia fatto il Maestro. E sarà così finché continuerete a cercare quel corpo.

Però, "purtroppo", quel corpo non c'è più.
Perché Lui non è più lì. Lui ha duellato con la morte e con il suo trionfo sta solo aspettando che lo capiamo nel nostro cuore, e che partiamo ad annunciare la sua vittoria. La vittoria della vita sulla morte. La vittoria di ogni vita su ogni morte. La vittoria di un cuore felice su qualsiasi delusione. La vittoria di una mano tesa su qualsiasi caduta, seppur dolorosa.

Ė per questo che l'angelo consiglia (e chissà da chi arriva il suggerimento): Presto, andate!
Presto, non c'è tempo da perdere! Il mondo ha bisogno della luce della Pasqua. Ha bisogno della vittoria di Gesù. Il mondo deve sapere che la morte non ha l'ultima parola sulla vita. Il mondo deve sapere che non esiste delusione che faccia morire la speranza. Il mondo deve sapere che non c'è caduta dalla quale non ci si possa rialzare.

Presto, andate! Ci chiede Gesù.
E allora, andiamo. Anche se pensiamo che potrebbe andare qualcun altro, anche se pensiamo che è da 2000 anni che l'annuncio va avanti e non dipende solo da noi, Gesù chiede però proprio a
noi, in questo pezzettino di storia, di diffondere la notizia che Lui ha vinto.

Non c'è tempo da perdere: magari fuori dalla porta del nostro cuore c'è già qualcuno che ha bisogno di sentire e sapere questo annuncio. Certo, nessuno salva il mondo. Ma il Signore ci chiede di annunciare la sua Pasqua, perché il mondo ha bisogno di Lui.

Buona Santa Pasqua, annunciatori del risorto!


xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Condividi questo post su
Iscriviti alla newsletter
Corxiii
arrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram