BNTB
Misteri della Gloria - Meditazione 3
La fede vissuta, prima di tutto, va raccontata in modo che tutti possano capirla, in modo che nessuno si senta escluso.

La discesa dello Spirito Santo  (At 2, 1-4)

Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro cinque lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.

**Meditazione**

Lo Spirito di Dio è la presenza di Dio stesso, che si fa respiro nel mio agire, nel mio pensare, nel mio parlare. E la presenza di Dio, che nell'immaginario comune sembra così silenziosa e invisibile, in realtà travolge l'esistenza, entra nei luoghi che teniamo sigillati, si fa sentire. Come vento e come fuoco.

Il giorno di Pentecoste, Dio si fa vedere come Spirito e dà agli apostoli il dono delle lingue. Non è un caso: la fede vissuta, prima di tutto, va raccontata. E va raccontata in modo che tutti possano capirla, in modo che nessuno si senta escluso, in modo che nessuno possa fraintendere un messaggio così importante.

"Se parlassi tutte le lingue, ma non avessi amore, non sarei nulla", dirà più tardi San Paolo. Lo Spirito Santo è l'Amore che rende chiaro e attraente il nostro annuncio.

- Sara Manzardo

 

**Preghiera**

Per chi si occupa dell'evangelizzazione.
Per chi ha bisogno di sentirci parlare di Te.
Perché il Tuo Spirito sia guida ed entusiasmo nella nostra fede.

Mostraci, Gesù, la tua gloria.

Padre Nostro, 10 Ave Maria, Gloria


xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Condividi questo post su
Iscriviti alla newsletter
Corxiii
arrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram