Le lettere di Berlicche – Halloween edition

Lettere di berlicche

di Andrea Spiezio

Forse conoscerai Le lettere di Berlicche di C.S. Lewis. Si tratta di una corrispondenza tra Berlicche, un diavolo esperto, e il giovane Malacoda, suo nipote. In occasione di Halloween, abbiamo immaginato una serie di mail tra Berlicche e Malacoda, indaffarati a portare dalla loro parte un giovane adolescente. Il Nemico di cui i diavoli parlano, ovviamente, è Dio Padre.

@Malacoda / 30.10.18:

Carissimo Zio,
Qui è il tuo prediletto Malacoda che ti parla, ho bisogno come al solito delle tue malvagissime lezioni! Questa volta sto “seguendo” uno di quegli umani in miniatura, dovrebbe avere su per giù 11 anni, fa la prima media. È così ingenuo, credo che questa volta il lavoretto sarà facile. Poi questo è il nostro periodo preferito, vero Zio? Lo vedo a ricreazione scambiarsi consigli con gli amici su come festeggiare al meglio la festa di Halloween, quali travestimenti, quali scherzi, quali film horror guarderanno insieme fino a tardi. Quanta stupenda attesa!

Anche io non sto più nella pelle…conto in giorni! Su cosa devo puntare quest’anno perché si trascini dietro tanti piccoli bambocci come lui e arrivino quella notte stessa dritti dritti tra le nostre braccia?
Sai la cosa che amo di più in questo periodo dell’anno? Il Silenzio dei soldati del Nemico!

Con affetto, tuo Malacoda.

@Berlicche / 30.10.18:

Bravo mio caro Malacoda!
Vedo che il tuo apprendistato sta producendo finalmente dei buoni frutti! Ebbene, questa festa è davvero una grande trovata del nostro centro di formazione americano: in questo modo in un colpo solo siamo riusciti a far dimenticare quella tremenda arma che è la preghiera per i defunti e di conseguenza in questi anni abbiamo cancellato in quei mostriciattoli che chiamano bambini il
ricordo dell’esistenza di quella Vita Eterna che purtroppo Lui ha conquistato per loro quel maledetto giorno sul Golgota! Anzi! Ora dei cimiteri hanno paura e come vedi non ci va più nessuno!

Ma non cantare vittoria troppo presto! Non basta distogliere l’attenzione di quei mocciosi con mostri e horror, perché da bambini gli esseri umani sono vicini al Nemico più che mai. Basta un attimo, una parola e loro riconosceranno la sua Voce. No, tu devi chiedere aiuto ai tuoi colleghi che si occupano sapientemente dei suoi genitori così che diranno di sì in modo divertito a quel pigiama party a cui
vuole andare (che goduria, sentono il loro figlio come un peso grazie a noi) e poi chiederei a Pelorosso di occuparsi degli insegnanti a scuola in modo che in questi giorni parlino continuamente di Halloween in tutte le materie. Fai in modo che nessuno si ricordi che la parola stessa deriva dall’inglese All Hallows’ Eve, come sai bene in questo secolo il Nostro Padre che è laggiù li sta confondendo parecchio giocando con le parole, con questa storia della neolingua.

Fagli evitare in tutti i modi quei compagni che vanno nella Casa del Nemico, lo sai che l’anno scorso ci hanno fregato quella ragazza proprio sul più bello! Anzi, potremmo avanzare una bella predica pallosa dell’insegnante di Religione di turno in modo che si pianti nella testa del tuo assistito il pensiero che gli amici del Nemico son tutti degli sfigati!
È proprio vero il Silenzio dei soldati del Nemico è qualcosa di meraviglioso..ma ancor di più è vederli cascare in questi due modi con cui li abbiamo fregati da sempre: chi si diverte scherzando su di noi demoni, perché tanto non esistiamo, siamo un retaggio medievale… ma allo stesso modo chi più ci fa pubblicità, sono quegli alleati del Nemico che usano tutte le loro forze per combatterci e odiare chi è in
nostro potere. Così tradiscono un fascino irresistibile verso di noi e perdono di vista la relazione con Lui.

Fammi avere presto aggiornamenti

@Malacoda – 31.10.18:

Sta andando tutto a gonfie vele! Sono riuscito a inserire nella sua play list delle canzoni contro il Nemico, a organizzare degli
scherzi di paura e soprattutto i genitori hanno acconsentito come dicevi tu! Con quale ingenuità hanno riso divertiti quando il figlio ha presentato loro il costume da zombie. Non sanno che quello presto sarà il suo volto per l’eternità! Perché stanotte inizierà per la prima volta a provare quelle geniali sigarette che li conducono sempre dove vogliamo noi: nostri schiavi.
Pensa Zio, che ho saputo che in questa Diocesi nessun Soldato del Nemico stanotte pregherà per chi abbiamo in pugno! Avrò piede libero!
Anzi, molti danno il loro assenso alla nostra festa-truffa perché ormai sono rassegnati, arresi! Che bel lavoro fa su di loro il nostro Vermilinguo!

Pensa che il mio paziente è riuscito addirittura a convincere un suo amico (che frequenta la casa del Nemico) a passare con lui la nottata di horror e sballo! In cambio, ho dovuto chiudere un occhio perché gli ha chiesto se possono passare a cena a salutare gli amici
dell’oratorio. Sono o non sono un genio!? La noia e la stucchevole avversità al Male che entrambi vivranno passando di lì…rafforzerà la voglia di trasgredire dopo! Un’ora di noia per una notte intera con noi! E magari fanno evadere altri da quella luminosa prigione! Ci
pensi Zio, tutto un intero gruppo di ragazzi del Nemico nelle nostre mani…mentre i Suoi Soldatini dormono!
Merito una promozione!
Ma siamo sicuri che Lui è davvero Risorto? Sembra essere sparito!
Con trepidante attesa, il tuo amatissimo

@Berlicche – 31.10.18:

Razza di imbecille che non sei altro! Ma proprio non ci arrivi?
Non capisci che Lui vive attraverso di loro? E per colpa di questo suo amico (ecco perché ti avevo detto di vigilare sulle sue amicizie) è stato armato con l’arma più potente che hanno per annientare la nostra buffonata di Halloween: i Santi.
Gente che appena conoscono, fa ritornare a credere nella Vita Eterna… e addio disperazione e sballo per non pensarci!
Eccolo, lo vedi che gli ha dato in mano l’immagine di quel Massimiliano Kolbe che nel ‘45 già ci ha rovinato con quel gesto di vomitevole @more? Per non parlare di come già gli sta raccontando della vita di Carlo Acutis, quello che in soli 15 anni ci ha strappato centinaia di giovani contagiandoli con l’unica arma segreta del Nemico contro cui noi siamo sconfitti? (che ribrezzo Lui quando fa quella cosa assurda di lasciarsi mangiare!).

Puoi anche parlare ai ragazzi di morte, paura e mostri, ma il nostro problema è che non possiamo produrre altro che illusioni, il Nostro Padre di laggiù ce lo ha sempre detto! Mai la Realtà! E se fai scoprire che nella realtà, nella storia, i Santi ci sono e sono vicini a lui…ricomincerà a credere che il Nemico lo @ma e non deve temere la morte!
Ed eccolo tutto felice in oratorio a giocare e a imparare la vita dei Santi, conoscendo quegli educatori pericolosissimi…come hai potuto permettere che alla fine della festa arrivasse addirittura a ritornare a parlare con la Madre Sua!
Questo è troppo! Vedo che è andato al pigiama party e tutta la notte ha parlato a quei 3 amici di come ha vissuto una festa vera e si è commosso a vedere Don Bosco cercare i carcerati e accogliere gli orfani. Ed eccoli lì a piangere davanti al film che racconta quella
nostra epocale sconfitta a Torino.
Pretendo la tua presenza qui…subito! Questa notte ti farò io la festa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *